Il Biofeedback è una tecnica terapeutica psicofisiologica, non farmacologica, che utilizza una strumentazione elettronica e computerizzata per mostrare alla persona, attraverso l’uso di segnali visivi e/o acustici (ovvero feedback) l’andamento di alcuni suoi parametri fisiologici: livello di sudorazione, frequenza cardiaca, variabilità cardiaca, contrazione muscolare, temperatura periferica, ampiezza e frequenza della respirazione, ecc..

Grazie al Biofeedback la persona può vedere e valutare i suoi livelli fisiologici e può apprendere il modo di regolare i suoi parametri fisiologici interni, che sarebbero altrimenti involontari o non percepibili.

Il Biofeedback aumenta l’autocontrollo e le capacità individuali di autoregolazione, aiutando la persona a migliorare il suo equilibrio psicologico e fisico, abbassando i livelli di stress.

Inoltre il Biofeedback è efficace nel trattamento di diverse condizioni patologiche tra cui la Cefalea Muscolo-Tensiva, l’Emicrania, la Fibromialgia e i dolori cronici, il Mal di Schiena,  l’Ansia e gli Attacchi di Panico, l’Ipertensione Primaria.

Biofeedback HRV

Il Biofeedback della Variabilità Cardiaca (HRV) è particolarmente indicato per chi soffre di problematiche da stress che si ripercuotono sull’attività cardiaca e vagale. La frequenza cardiaca (Heart Rate) è definita come il numero medio di battiti cardiaci al minuto. Il tempo che passa fra un battito cardiaco e l’altro non è costante, ma cambia continuamente.

Il cuore infatti non funziona in modo regolare, ovvero non è un metronomo. In un cuore sano la frequenza cardiaca è ampia e varia, risponde a tutte le sollecitazioni ambientali: ritmo respiratorio, stress, emozioni, preoccupazioni, rilassamento…  In questo modo l’organismo si adatta alle diverse esigenze che l’ambiente continuamente ci sottopone.

Quando la variabilità cardiaca è più bassa, e quindi rigida, significa che si è meno adattabili allo stress, maggiormente a rischio di patologie cardiache (ipertensione, aritmia ventricolare, insufficienza cardiaca, infarto) e che il sistema Nervoso Parasimpatico è meno attivo.

Il Biofeedback HRV permette di conoscere la variabilità cardiaca e il rapporto dell’attività del sistema nervoso Simpatico e Parasimpatico. L’utilizzo del Biofeedback HRV permette di migliorare la risposta respiratoria e circolatoria, abbassare la pressione sanguigna, aumentare la variabilità cardiaca e aumentare l’attivazione del sistema parasimpatico attraverso l’esercizio e la visualizzazione immediata delle variazioni fisiologiche.

Presso il CentroMoses si possono fare delle sessioni di Biofeedback. Per info: 0363.343286 o segreteria@centromoses.it