Il Disturbo Ossessivo di omosessualità è un sottotipo del disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) che consiste in ossessioni sessuali e dubbi sul proprio orientamento sessuale.

Gli individui eterosessuali con DOC sull’omosessualità vivono nella paura di essere gay o lesbiche “latenti”, con il timore costante di scoprire che il proprio orientamento sessuale sia diverso da quello che hanno sempre creduto che fosse. Le loro ossessioni spesso consistono in pensieri indesiderati, impulsi o immagini che non si possono controllare.

Le persone con paura ossessiva di omosessualità si preoccupano continuamente di poter essere segretamente gay o di poterlo diventare, pur non avendo mai messo in discussione la propria sessualità in passato.

Molte persone affette da DOC da omosessualità posso anche avere un passato con soddisfacenti relazioni eterosessuali, oppure averle anche nel presente. L’insorgenza del pensiero indesiderato li porta a mettere in discussione la propria identità sessuale e analizzare ripetutamente tutte le esperienze relazionali precedenti, alla luce della possibilità di poter essere gay o lesbiche.

Gli individui con paura di essere omosessuali vogliono la sicurezza “al 100%” che non lo sono, e spesso fanno di tutto per dimostrare a se stessi che sono eterosessuali. Tuttavia, il disturbo ossessivo compulsivo è rafforzato sempre di più dai rituali e dagli evitamenti, e questi tentativi finiscono per esser invalidanti.

Il Centro Moses offre la possibilità di intraprendere anche un percorso di Terapia Online.