Chi soffre del Disturbo da Escoriazione Compulsiva o dermatillomania, detto anche Skin Picking in inglese, si stuzzica continuamente la pelle fino a ferirsi anche se cerca di frenarsi. Chi ne soffre cerca di eliminare piccole imperfezioni cutanee (crosticine, brufoli, punti neri) fino a lacerarsi pericolosamente la pelle.

Passa moltissime ore al giorno a ispezionarsi e grattarsi, tralascia così le normali attività quotidiane (appuntamenti, lavoro, studio), si vergogna e prova un senso di colpa per i segni delle proprie “torture”, cercherà quindi di nascondere le ferite o evitare luoghi pubblici (es piscina).

La particolarità della dermatillomania è che chi ne soffre non può controllare l’impulso di tormentarsi la pelle e non si riesce a fermare dal farlo. La dermatillomania compare spesso a seguito di situazioni molto stressanti come lutti, licenziamenti, separazioni.

Mi riguarda?

Rispondendo alle domande elencate, potrai comprendere meglio se il Disturbo da Escoriazione Compulsiva ti riguarda. In caso una o più delle seguenti risultassero affermative, potrebbe essere utile approfondire la situazione con un professionista:

  1. Stuzzicando la tua pelle ti causi lesioni cutanee?
  2. Hai provato diverse volte a ridurre o interrompere lo stuzzicamento della pelle?
  3. Lo stuzzicamento della pelle ti crea disagio o ti limita in qualche area della tua vita (familiare, lavorativa, sociale…)?

Cosa fare?

La terapia Cognitivo Comportamentale si è dimostrata la più adatta per il Disturbo da Escoriazione. La terapia  modifica il comportamento dello stuzzicarsi e interrompe le ferite, aiuta il paziente a prendere consapevolezza del disagio che prova quando si ferisce, aiuta il paziente a superare le emozioni negative e a mettere in atto comportamenti diversi dal ferirsi.

Il Centro Moses offre la possibilità di intraprendere anche un percorso di Terapia Online.