L’ipocondria, o altrimenti detta Ansia per la Salute, è un disturbo psicologico collegato alla paura di avere una grave malattia, questa preoccupazione deriva dall’interpretazione errata dei sintomi fisici. L’ipocondria, che può anche essere correlata ai Disturbi d’Ansia, porta la persona a prestare un’eccessiva attenzione per il funzionamento del corpo: la persona vive così in una costante condizione di allarme, temendo di essere seriamente ammalata ogni volta che
 percepisce modificazioni fisiologiche e sensazioni fisiche come giramenti di testa, afffaticamento, o dolori localizzati. L’ipocondria danneggia la quotidianità della persona, a scapito della vita sociale, relazionale e lavorativa.

I sintomi dell’ipocondria sono collegati sempre alla preoccupazione per il corpo, nello specifico l’ipocondriaco:

  • descrive sintomi fisici spesso vaghi, ma talvolta estremamente specifici;
  • vive in uno stato di continua preoccupazione relativa al proprio corpo, ai sintomi fisici e rispetto a temi di salute e malattia;
  • ha la certezza (infondata) che una malattia seria sia già in atto;
  • presenta forti resistenze verso i tentativi di rassicurazione da parte del medico;
  • adotta un controllo eccessivo verso il corpo;
  • talvolta ha un rapporto conflittuale con medici e sistema sanitario, poiché si sente non compreso e non adeguatamente curato, nonostante non vi siano dati clinici che dimostrino una patologia.

I pazienti ipocondriaci cercano il medico per comunicare che si sentono 
in grave difficoltà e che hanno bisogno di attenzione, il loro obbiettivo principale non è la cura, poiché spesso si sentono incurabili. Le preoccupazioni ipocondriache hanno ragioni emotive e relazionali, derivano da un bisogno di affetto e comprensione.

L’atteggiamento dell’ipocondriaco svolge un ruolo protettivo verso i suoi vissuti dolorosi, che la persona non è in 
grado di affrontare diversamente. In certi casi è possibile che l’ipocondria possa esprimere in forma mascherata una depressione.

Mi riguarda?

Rispondendo alle domande elencate, potrai comprendere meglio se l’ipocondria ti riguarda. In caso una o più delle seguenti risultassero affermative, potrebbe essere utile approfondire con un professionista la situazione.

  1. Presenti gravi sintomi legati alla tua salute?
  2. Sei preoccupato per la tua salute o trovi che lo siano alcuni sintomi?
  3. Impieghi molto tempo ed energia a preoccuparti per ciò che riguarda la salute?

 

Cosa fare?

Esistono molti trattamenti per la cura dell’ipocondria tra i quali la terapia cognitivo-comportamentale è risultata essere la più efficace. Inoltre, la farmacoterapia associata alla psicoterapia è consigliata per ridurre i livelli di sofferenza e di ansia e creano le condizioni per un intervento psicoterapeutico efficace.

Il Centro Moses offre la possibilità di intraprendere anche un percorso di Terapia Online.