Il gioco d’azzardo patologico rientra nell’area dei Disturbi del Controllo degli Impulsi.

I sintomi peculiari di questo tipo disturbo sono la dipendenza dal gioco e l’impossibilità di smettere di giocare quando lo si decide.

Le persone con questo disturbo hanno la necessità di giocare d’azzardo sempre più spesso sottraendo il tempo al lavoro e alla famiglia fino anche a perdere il lavoro per poter dedicare al gioco tutta la giornata. Questa dipendenza ha naturalmente una implicazione economica, infatti per giocare si ha bisogno di una grande quantità di contanti per l’uso delle macchinette o slot machine o per l’acquisto di gratta e vinci, biglietti della lotteria, le scommesse, per il bingo, il casinò o per puntare al tavolo da gioco. Le persone affette da questo disturbo utilizzano tutto il denaro a loro disposizione fino a sottrarlo ai familiari o addirittura a compiere frodi o furti per procurarsi la somma per proseguire a giocare.

Queste persone molto spesso negano di avere questo problema mentendo sulla quantità di tempo e denaro investite nel gioco; molti di loro hanno tentato senza successo di smettere di giocare rendendosi conto troppo tardi del fatto che il loro hobby è diventato una vera e propria dipendenza patologica. Inoltre quando qualcuno cerca di aiutarli impedendo loro di giocare o adottando un regime di controllo delle uscite e dell’uso del denaro diventano particolarmente aggressivi.

Le cause di questo tipo di comportamenti compulsivi e di dipendenza sono da ricercare spesso nella depressione e nell’ansia. Infatti in alcuni momenti della vita in cui si è particolarmente in difficoltà le strategie per affrontare l’ansia, l’angoscia e la frustrazione possono essere ricercate nel gioco che dà l’emozione dell’attesa del risultato ed in modo discontinuo l’eccitazione della vincita. Per cercare di ricreare queste emozioni positive a fronte di un momento di vita difficoltoso o di un episodio depressivo si può quindi avvicinarsi al gioco senza riuscire più a fermarsi o a porsi dei limiti.

Questo tipo di dipendenza affligge una porzione di popolazione sempre più ampia in tutte le fasce di età: dai giovanissimi fino agli anziani. Non sono più rare purtroppo le storie di anziani che dilapidano i risparmi di una vita per giocare d’azzardo o gli adolescenti che arrivano addirittura a rubare in famiglia per poter mantenere questa grave dipendenza. Attualmente il numero di giovanissimi affetti da dipendenza da gioco d’azzardo è sempre maggiore e la diffusione di macchinette e slot machine in tutti i bar e i locali aiuta ulteriormente la diffusione di questo comportamento patologico.

Mi riguarda?

Rispondendo alle domande elencate, potrai comprendere meglio se il Disturbo da Gioco d’Azzardo Patologico ti riguarda. In caso una o più delle seguenti risultassero affermative, potrebbe essere utile approfondire la situazione con un professionista:

  1. Quando giochi d’azzardo hai bisogno di quantità crescenti di denaro per ottenere la soddisfazione desiderata?
  2. Ti senti irrequieto/a o irritabile se tenti di ridurre o smettere di giocare?
  3. Hai provato a controllare, ridurre o smettere di giocare ma senza riuscirci?
  4. Hai continuamente pensieri sul gioco o su come ottenere il denaro per giocare?
  5. Senti il bisogno di giocare quando sei a disagio? Ad esempio quando ti senti indifeso/a, colpevole, ansioso/a, depresso/a?
  6. Quando perdi cerchi di recuperare giocando di nuovo?
  7. Menti per nascondere quanto ti coinvolge il gioco?
  8. Giocare ti porta al fallimento in qualche area della tua vita (familiare, lavorativa, sociale…)?
  9. Conti sugli altri per procurarti il denaro necessario a riprenderti economicamente?

Cosa fare?

Il Centro Moses offre la possibilità di intraprendere anche un percorso di Terapia Online. In base alla problematica rilevata, verrà discusso con il professionista la possibilità di proseguire il percorso online o dal vivo.