Resilienza

In psicologia la resilenza è la capacità di far fronte in maniera positiva agli eventi traumatici, uscendone addirittura rinforzati. In un articolo scritto per la Harvard Graduate School of Education, il dott. Jack Shonkoff afferma che “la resilienza ci permette di far fronte alle avversità in modo sano. Essa consiste in un insieme di capacità e relazioni di supporto che possono trasformare lo stress tossico in uno stress tollerabile.” Si tratta di un’abilità che in quanto tale può essere costruita e/o implementata attraverso per esempio l’instaurarsi di una relazione di sostegno tra un bambino e il suo caregiver, l’acquisizione di un certo grado di “controllo” sulle difficoltà della vita, l’avere un sistema di credenze religiose o di fede.

Creatività

Molto è stato scritto sul legame tra salute mentale e creatività e su come quest’ultima sia in grado di aumentarla.

Uno studio pubblicato nel Creativity Research Journal ha esplorato per esempio i diversi modi in cui la creatività influenza la nostra vita quotidiana. Secondo gli autori, “la creatività – data da un complesso di fattori cognitivi, affettivi, personali, motivazionali e sociali – è caratterizzata da apertura, flessibilità, autonomia, giocosità, umorismo, disponibilità a correre rischi e perseveranza.”

In altre parole riassume il modo con cui ci approcciamo alla vita, il modo in cui percepiamo le nostre situazioni quotidiane, la prospettiva che abbiamo sul nostro lavoro, le nostre relazioni, il nostro mondo interiore e le nostre emozioni.

Assertività

L’assertività è “un’abilità sociale che riguarda una comunicazione efficace, rispettando il proprio e l’altrui punto di vista. Le persone assertive sanno comunicare in modo chiaro, rispettoso ed ampatico i propri bisogni e posizioni agli altri.”

Uno studio pubblicato nel Journal of Clinical Psychology Science and Practice ha rilevato che allenare l’ assertività potrebbe essere potenzialmente utile per esempio alle persone che tendono ad interiorizzare le proprie emozioni, faticando ad esprimere i propri bisogni.

Flessibilità mentale

Ti è mai capitato che qualcosa non andasse come previsto? Come hai reagito? Se hai avvertito un pizzico di frustrazione, ma poi hai reagito ri-organizzando un nuovo piano, allora hai probabilmente una buona flessibilità mentale. Secondo il dott. Clifford Lazarus, alcuni modi per aumentare tale flessibilità sono: imparare qualcosa

di nuovo ogni giorno, facendo qualcosa di diverso ed uscendo volontariamente dalla tua zona di comfort.

Auto-consapevolezza

L’autoconsapevolezza è la capacità di prestare attenzione a se stessi, ai propri pensieri, azioni, comportamenti, emozioni e modi di relazionarsi con le altre persone per ottenere un miglioramento attuabile. Si tratta di guardare il proprio mondo interiore in modo con intenzione e con curiosità. La consapevolezza di sé riguarda cioè la capacità di guardare sè stessi – la propria educazione, il proprio mondo interiore, le strategie per fronteggiare le situazioni – in modo compassionevole.

Articolo a cura della Dott.ssa Roberta Menotti

Articolo tratto da https://www.psychologytoday.com/us/blog/the-gen-y-psy/201901/5-skills-add-your-emotional-toolbox