La persona che presenta un disturbo di tipo borderline si caratterizza per una forte instabilità relazionale e per una marcata impulsività. Il vissuto emozionale di queste persone è eccessivo e variabile, discontinuo e frammentato. Chi soffre per un disturbo borderline agisce in modo impulsivo, avventato e ha uno scarso senso del pericolo, spesso si mette in situazioni rischiose e dannose per sé, senza valutare adeguatamente le conseguenze delle sue azioni.  Tra le caratteristiche principali vi è l’instabilità emotiva, che si manifesta con marcati e improvvisi cambiamenti dell’umore. A volte la persona prova emozioni contrastanti nello stesso momento, difficili da gestire e da comprendere per gli altri.

COME SI MANIFESTA

La personalità borderline si caratterizza per l’intensità a volte estrema delle reazioni emotive e una molteplicità di sintomi spesso difficili da descrivere. Le persone borderline oscillano frequentemente da un umore depressivo a uno stato di ansia, o di rabbia esplosiva, con sentimenti cronici di vuoto e noia. L’immagine di sé, l’identità sessuale, le scelte a lungo termine delle persone borderline sono incerte e variabili.

A livello affettivo la persona borderline fatica a mantenere relazioni stabili e tranquille: si rapporta in modo conflittuale e oscilla tra forte coinvolgimento e paura dell’abbandono, idealizzando e svalutando in continuazione la persona coinvolta nella relazione. Talvolta compaiono comportamenti autolesivi, con minacce di morte o tentativi di farsi del male.

Il disturbo borderline di personalità compare già dall’adolescenza e condivide alcuni aspetti con le crisi di identità comuni nella fase adolescenziale. Il disturbo borderline però è molto più intenso e pervasivo, coinvolge la personalità a livello cognitivo, affettivo, relazionale in modo prolungato nel tempo.

CONSEGUENZE NELLA VITA DELLA PERSONA

Il senso di sé nelle persone borderline è notevolmente impoverito e instabile, spesso associato a eccessiva autocritica, senso cronico di vuoto, che peggiora sotto stress. E’ evidente una discontinuità nelle scelte e un’incapacità a portare a termine gli obiettivi prefissati poiché le aspirazioni, i valori e i progetti di vita sono incostanti e rapidamente variabili. Agiscono in modo impulsivo e presentano comportamenti contraddittori e imprevedibili.

A livello di relazione la persona borderline si comporta in modo instabile, ha relazioni intense e molto conflittuali, alternando un forte senso di coinvolgimento al terrore di un reale o immaginario abbandono.

L’ansia da separazione è molto frequente in queste persone, divise tra la forte paura di essere abbandonate e il timore di perdere la propria autonomia e indipendenza. Spesso può esserci la tendenza a confondere l’intimità affettiva con la sessualità.

La capacità di riconoscere i sentimenti e i bisogni degli altri è molto carente. Gli altri sono valutati rispetto alle caratteristiche negative o agli aspetti di vulnerabilità, con modalità talvolta denigratore e aggressive.  Il borderline è spesso ostile e facilmente irritabile, reagisce con rabbia anche per minime offese,  in modo sproporzionato rispetto alle situazioni.

Le emozioni che si presentano nella personalità borderline sono: rabbia, ansia, nervosismo, forte tensione o panico. E’ frequente il timore di cadere a pezzi o di perdere il controllo di sé. Inoltre la persona può avere momenti depressivi, si sente senza speranza e inutile, ha pensieri pessimisti rispetto al futuro, può arrivare a pensieri suicidari e comportamenti autolesionistici nei momenti di maggiore stress.

Una caratteristica nei borderline è quella di fare attività pericolose o dannose, come abuso di droghe, dipendenze compulsive, guida spericolata, abbuffate di cibo, autolesionismo. Questi comportamenti vengono agiti senza valutare le conseguenze per sé stessi e per gli altri, negando l’esistenza di un reale pericolo personale.

Il Centro Moses offre la possibilità di intraprendere anche un percorso di Terapia Online. In base alla problematica rilevata verrà discusso con il professionista la possibilità di proseguire il percorso online o dal vivo.