Il disturbo bipolare (o sindrome maniaco-depressiva) è un disturbo dell’umore caratterizzato dall’alternanza di episodi maniacali e episodi depressivi.

L’umore della persona affetta da questo tipo di disturbo oscilla da uno stato di umore eccessivamente “elevato” e irritabile, a uno di profonda depressione e senso di inutilità. Queste oscillazioni d’umore si susseguono nel tempo, alternate momenti di calma.

A differenza degli stati normali di serenità e di tristezza che le persone possono vivere, i sintomi del disturbo bipolare possono creare serie conseguenze nella vita della persona.

Gli episodi maniacali sono periodi di umore elevato, espanso o iritabile. Le persone possono manifestare i seguenti comportamenti:

  • Grandiosità ed euforia
  • Irritabilità, che aumenta se la persona non ottiene subito ciò che desidera
  • Diminuito bisogno di sonno
  • Maggiore spinta a parlare, loquacità
  • Fuga delle idee, pensieri rapidi, distraibilità
  • Agitazione psico-motria
  • Coinvolgimento in attività dannose e pericolose
  • Acquisti avventati o investimenti azzardati

Gli episodi depressivi sono caratterizzati da:

  • Umore depresso per la maggior parte del giorno
  • Marcata diminuzione di interesse per le attività
  • Perdita di peso oppure aumento di peso in breve tempo
  • Insonnia o ipersonnia
  • Affaticabilià e stanchezza
  • Sentimenti di colpa e autosvalutazione

L’età media del primo episodio maniacale è intorno ai 18 anni, ma l’esordio può verificarsi in qualsiasi momento della vita.

Vi sono due tipologie di Disturbo Bipolare: il tipo I e il tipo II. E’ necessaria un’attenta diagnosi medica per stabilire la tipologia e il livello di gravità del disturbo.

Le conseguenze del Disturbo Bipolare possono essere devastanti e possono causare la separazione coniugale, violenza domestica, perdita del lavoro, comportamenti a rischio, abuso di sostanze alcoliche o stupefacenti. Chi soffre di disturbo bipolare ha un rischio 15 volte maggiore di suicidio rispetto alla media.

Mi riguarda?

Rispondendo alle domande elencate, potrai comprendere meglio se il Disturbo Bipolare ti riguarda. In caso una o più delle seguenti risultassero affermative, potrebbe essere utile approfondire la situazione con un professionista.

Episodio Maniacale

Il tuo umore è diverso rispetto al solito? Noti un’alterazione o aumento di energia ed attività?

La tua autostima è molto aumentata, vivi una sorta di grandiosità?

Possono bastarti 3 ore di sonno?

Parli più del solito?

Ti sembra che i tuoi pensieri si succedano rapidamente?

Ti distrai facilmente anche per stimoli non importanti?

Hai aumentato le tue attività?

Ti senti agitato fisicamente?

Tendi ad acquistare in modo esagerato? Oppure fai investimenti finanziari avventati?

Senti che i tuoi comportamenti sessuali siano sconvenienti?

Questo ti limita in una qualche area in cui ti muovi (familiare, lavorativa, sociale…)? Potrebbe essere necessaria l’ospedalizzazione?

Questo cambio di umore dura per almeno quattro giorni consecutivi? O per almeno una settimana?

Episodio Depressivo maggiore

Il tuo umore è triste? Ti senti vuoto, disperato? Sei irritato? Lamentoso?

Hai perso interesse o piacere per le attività che solitamente svolgi?

Hai perso o guadagnato peso?

Soffri di insonnia oppure hai bisogno di dormire di più?

Ti senti più irrequieto o più rallentato?

Ti senti privo di energia?

Senti di non valere o ti senti in colpa?

Fai fatica a pensare o a concentrarti?

Hai pensato al suicidio?

Questo ti limita in una qualche area in cui ti muovi (familiare, lavorativa, sociale…)?

Trattamento

E’ importante riconoscere e trattare adeguatamente il disturbo bipolare. Fondamentale è la stabilizzazione dell’umore attraverso i farmaci, per ridurre frequenza e la gravità degli episodi maniacali e depressivi.

E’ necessaria una consulenza psichiatrica per impostare un trattamento farmacologico con stabilizzatori dell’umore e antidepressivi, sotto controllo medico. E’ importante la terapia psicologica per prevenire le ricadute.

Le ricerche scientifiche dimostrano che il trattamento farmacologico associato alla Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale porta ad una maggiore stabilizzazione dell’umore e una riduzione delle ricadute.

Molto importante è anche la psicoeducazione  e il sostegno per i parenti, poiché la gestione del paziente con disturbo bipolare è spesso complessa, causa sofferenze e sentimenti di paura e vergogna nei familiari.

Il Centro Moses offre la possibilità di intraprendere anche un percorso di Terapia Online. In base alla problematica rilevata verrà discusso con il professionista la possibilità di proseguire il percorso online o dal vivo.