Considerata la sua diffusione, l’acufene si colloca come problema di rilievo sociale. In molti casi si tratta di un disturbo transitorio di durata breve, associato a causa reversibile, come ascolto di musica ad alto volume, febbre, uso di farmaci. Tuttavia, nel 5-15% della popolazione generale, la percezione dell’acufene è incessante: tra le persone con acufene è stato stimato che l’85-96% lamenta una concomitante perdita dell’udito e solo l’8-10% riferisce udito nella norma.

Convivere con questo disturbo è debilitante, specialmente perché nella maggior parte dei casi non esiste una soluzione che possa curarlo o definitivamente silenziarlo. L’abbassamento della qualità della vita e le limitazioni imposte dall’acufene sono fonte di grande sofferenza. Infatti, tra i sintomi psicofisici più frequentemente correlati possiamo trovare: insonnia, ansia, abbassamento del tono dell’umore, pensieri negativi, paura verso alcune situazioni.

Questo webinar ha l’obiettivo di analizzare le più frequenti cause di insorgenza e indagare l’efficacia dei trattamenti esistenti nella gestione problematica del disturbo. Verranno anche fornite indicazioni e tecniche psicofisiologiche per comprendere e sostenere al meglio l’intrusività dell’acufene. 

Online – Contatto zoom che sarà inoltrato a ciascun partecipante il giorno del webinar