Oggi chi svolge una professione di aiuto non può non incontrare le persone anche nelle loro vite digitali, in modi digitali e con strumenti digitali. Siamo sempre più interconnessi e iperconnessi, e la velocità dei nostri device e delle app che li popolano supera talvolta quella della consapevolezza con cui li utilizziamo.

Questo workshop intende aggiornare i terapeuti predigitali e affinare le skills delle nuove leve, nell’ottica di una psicoterapia liquida e onnipresente, sempre connessa e con nuovi setting fluidi, in ricalco e a somiglianza dei nuovi stili relazionali.

E’ fondamentale nel lavoro clinico e terapeutico attuale, essere aggiornati sulle nuove tecnologie, non solo a livello sociologico, ma anche sul piano applicativo.

Esistono infatti numerosi software, hardware, app, strumenti elettronici e digitali che aiutano nel lavoro clinico, sia in fase di assessment e valutazione, che nella fase terapeutica vera e propria.

Le nostre emozioni e le nostre relazioni si stanno modificando di continuo nel tentativo di adattarsi a questi nuovi modi di comunicare e di stare insieme. Così compaiono forme inedite di ansia, gelosia, controllo, amore, amicizia, attrazione, orchestrate da suadenti interfacce informatiche che spesso ci fanno sognare, sospirare o soffrire a distanza. I social network sono ovunque: sui mezzi pubblici, nelle auto private, a casa, in ufficio, a scuola, al ristorante, al parco, a letto, in bagno, per strada. Raccontano attraverso le nostre parole e le nostre foto ciò che rimane delle nostre vite al di là del tempo che impieghiamo per narrarci e per accedere alle altrui narrative. Rendono – o pretendono di rendere – anomalo il normale, interessante il banale, originale il comune. E allo stesso tempo permettono e promettono un antidoto definitivo alla percezione di solitudine, talvolta peggiorando le realtà di solitudine.

Vista la pervasività dei mezzi digitali è importante aggiornarsi e lo scopo del corso è proprio quello di approfondire le nuove tecnologie sia sul piano relazionale, sia applicativo.

Nella prima parte ci sarà uno sguardo specifico sugli strumenti più utili per facilitare la relazione terapeutica, la cooperazione del paziente: app, diari digitali, supporti per il lavoro cognitivo. Nella seconda verranno presentati i diversi strumenti che negli ultimi anni stanno ottenendo risultati in termini di efficacia terapeutica: biofeedback, neurofeedback, realtà virtuale.

Il corso apre inoltre la strada a successivi corsi di approfondimento sulla psicologia digitale, in costante evoluzione.

Obiettivi del corso:

  • Orientarsi nel mondo digitale e del social networking.
  • Comprendere le nuove emozioni e le nuove relazioni facilitate dal digitale.
  • Impostare un nuovo setting terapeutico plasmato a immagine e somiglianza dell’iperconnettività.
  • Impossessarsi dei rudimenti della comunicazione terapeutica on line e coglierne i fondamenti scientifici.
  • Sapere cosa è possibile fare e con quali strumenti.
  • Vedere all’opera i principali strumenti disponibili oggi sul mercato.
  • Immaginare una nuova terapia in cui il paziente è sempre più compartecipe e la terapia è sempre più 7/7 h24.

Dr. Alessandro Calderoni

Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale, lavora a Milano. E’ esperto in mindfulness, psiconeurofisiologia, bio e neurofeedback, EMDR, applicazioni strategiche del linguaggio verbale e non verbale ed è considerato uno dei pionieri della psicologia digitale in Italia. E’ socio fondatore e didatta di Ipnomed-Accademia Italiana di Ipnosi Clinica.

Ha pubblicato:

  • Sopra le righe, Aliberti, 2005;
  • Il linguaggio occulto della pittura, Lindau, 2007;
  • Il mestiere più @ntico del mondo, BUR, 2008;
  • SchifosoTraditore, 80144 edizioni, 2010;
  • Aiutare On Line, Ecomind, 2010;
  • L’intervista on line, in “Tre punto Zero” a cura di E. Romanelli, Dino Audino Ed., 2011;
  • Per fortuna vivere è difficile, Bruno Editore, 2011;
  • Psicologia Digitale, Ecomind, 2013;
  • Cinque tecniche di rilassamento a confronto in “Trattato di ipnosi” a cura di E. Casiglia, Cleup, 2015.

Il corso è aperto a psicologi, psicoterapeuti, medici, psichiatri, neuropsichiatri infantili.

Per iscrizioni: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfXz-y9JXUsJoeQiyp7YmNdUOI4HO2GA8RJPx3PXyk36iD1FA/viewform

Il corso è in fase di accreditamento ECM

Sabato 16 giugno 2018

ORE 09.00 – 11.00 Capire l’era digitale

  • Emozioni e relazioni digitali: cosa accade in terapia?
  • Luoghi di incontro e di divertimento on line: lavorare con le emozioni fluide

ORE 11.00 – 11.15 Intervallo

ORE 11.15 – 13.00

Software per la nuova psicoterapia:

  • Schematizzazione e mappatura
  • Collaborazione e monitoraggio: – diari digitali e forme di interazione a distanza tra paziente e terapeuta
  • Aiuto cognitivo e metacognitivo: – Eteroguidato – Autoguidato -Psicoeducazione
  • Esercizi pratici: senza sensori e con sensori

ORE 13.00 – 14.00 Pausa pranzo

ORE 14.00 – 16.00 Hardware per una psicoterapia digitale

  • Biofeedback classici e innovativi
  • Sistemi portatili
  • Neurofeedback classici e innovativi

ORE 16.00 – 16.15 Intervallo

ORE 16.15 – 16.45 Hardware per una psicoterapia digitale:

  • Stimolatori cerebrali
  • Brainwave entrainment
  • Strumenti per la rieducazione respiratoria

ORE 16:45-17:45 Realtà virtuale: La realtà virtuale in psicoterapia

ORE 17.45 – 18.00 Verifica e Conclusioni