La Acceptance and Commitment Therapy è una forma di psicoterapia cognitivo comportamentale con solide conferme scientifiche di efficacia (Hayes, 2004). La Acceptance and Commitment Therapy appartiene a un movimento molto articolato, basato e costruito su precedenti terapie comportamentali e cognitivo-comportamentali, la cosiddetta “terza ondata”. Le terapie cosiddette di “terza ondata” sono caratterizzate da strategie di cambiamento su basi contestuali ed esperienziali (oltre agli aspetti più didattico-direttivi) e da una forte sensibilità al contesto dei fenomeni psicologici e non alla loro forma o al loro contenuto. La Acceptance and Commitment Therapy è basata sulla Relational Frame Theory (RFT), una teoria appartenente alla cornice del contestualismo funzionale (Torneke, 2010).

Il corso ha carattere esperienziale e mira a fornire competenze pratiche immediatamente utilizzabili nella propria vita professionale e non.

Il workshop è aperto a psicologi, psicoterapeuti e psicoterapeuti in formazione che hanno familiarità con il modello dell’Acceptance and Commitment Therapy, anche a livello iniziale. Non è necessaria esperienza clinica diretta di applicazione dell’ACT in contesti clinici.

IL CORSO E’ AL COMPLETO

CLICCA QUI E PRENOTA IL TUO POSTO PER LA PROSSIMA EDIZIONE! 

Obiettivi

Il corso di Acceptance and Commitment Therapy si basa su due punti fondamentali:

– Consapevolezza e Contatto con l’esperienza momento per momento (Mindfulness): è un modo di osservare la propria esperienza che, per secoli, è stato praticato in oriente attraverso varie forme di meditazione.

– Impegno e vita basata su ciò che per la persona è importante, “di valore”: quando si è coinvolti nella lotta contro i problemi psicologici spesso si mette la vita in attesa, credendo che il proprio dolore debba diminuire, prima di iniziare nuovamente a vivere. La Acceptance and Commitment Therapy invita a uscire dalla propria mente ed entrare nella propria vita intraprendendo azioni impegnate in direzione di quelli che sono i propri valori.

Il workshop si propone come percorso esperienziale attraverso le sei dimensioni dell’hexaflex, l’insieme di processi di inflessibilità psicologica (e la sua controparte di flessibilità), secondo il modello dell’ACT. In particolare, l’accento del workshop sarà sulla esperienza personale del partecipante come professionista delle professioni di aiuto. Praticare ACT da parte del partecipante, crea un contesto di apprendimento molto ricco e fecondo, in particolare all’interno di una cornice così esperienziale come quella di riferimento. In questo modo, il partecipante potrà iniziare a riconoscere i processi attivati di momento in momento a partire dalla propria esperienza personale e individuare
Inoltre, diverse ricerche mostrano come la pratica della Acceptance and Commitment Therapy da parte dello psicologo psicoterapeuta diminuisca il rischio di burn-out (Hayes et al., 2004; Brinkborg et al., 2011; Biglan et al., 2013; Luoma & Vilardaga, 2013).

Un modo utile di intendere la Acceptance and Commitment Therapy è di considerarla dapprima una pratica personale e poi qualcosa che può essere condiviso e trasmesso ai pazienti.

Pertanto, il workshop esperienziale si pone come obiettivi principali di introdurre i partecipanti :

a) alla visione alla base dell’ACT

b) tramite la modalità esperienziale, ai processi e alle tecniche della terapia ACT. Entrambi gli obiettivi verranno perseguiti tramite lavori in piccoli gruppi e inviti a portare materiale personale inerente alla propria esperienza di essere psicologi psicoterapeuti.

Durante il corso, i partecipanti avranno modo di apprendere e sperimentare in modo diretto abilità quali la disidentificazione dai propri stati e processi mentali, l’accettazione e l’azione impegnata (committed action, Hayes, 2006).

 

Dr. Andrea Bassanini

Fondatore e Responsabile Legale di MeP – Mindfulness e Psicoterapia, Milano.

– Psicologo Psicoterapeuta

– Istruttore di Mindfulness-Based Programs di Terzo Livello, riconosciuto da AIM (Associazione Italiana per la Mindfulness) e dal Centre for Mindfulness Research and Practice della Bangor University (UK)

– Terapeuta ACT (Acceptance and Commitment Therapy)

– Docente presso diverse Scuole di Specializzazione in Psicoterapia.

Il suo interesse personale, clinico e scientifico è diretto alla pratica di consapevolezza e agli approcci di psicoterapia cognitivo-comportamentale di terza generazione.

Nel 2006 inizia il suo interesse personale per la pratica di consapevolezza (insight meditation). Ha svolto molteplici formazioni e percorsi di pratica di consapevolezza, alcuni tra questi con il Centre for Mindfulness Research and Practice della Bangor University (UK), il Center for Mindfulness della University of Massachusetts Medical School (US), l’Associazione Italiana per la Mindfulness e Metta Programs.

Ad oggi ha condotto oltre trenta Programmi Mindfulness di gruppo (MBSR e altri), centinaia di ore di conduzione esperienziale come docente e come psicoterapeuta

• Socio SITCC (Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva)

• Socio ACT-Italia/ACBS International (Association for Contextual Behavioral Science

Nel 2018, per Edra Editore, ha curato l’edizione italiana del volume di Germer, Siegel & Fulton “Le psicoterapie orientate alla Mindfulness”.

Il workshop è aperto a psicologi, psicoterapeuti e psicoterapeuti in formazione che hanno familiarità con il modello dell’Acceptance and Commitment Therapy, anche a livello iniziale.

Non è necessaria esperienza clinica diretta di applicazione dell’ACT in contesti clinici.

Il corso fornirà 20,1 crediti ECM

10 Ottobre ore 09-18

  • RFT e ACT : breve presentazione del modello teorico.
  • Il modello della inflessibilità psicologica nella terapia ACT. Individuazione e esperienza dei sei processi dell’hexaflex: evitamento esperienziale, fusione cognitiva, dominanza del passato e del futuro, sé concettualizzato, restringimento del repertorio comportamentale e mancanza di contatto con i valori
  • Il modello della flessibilità psicologica nella terapia ACT. Individuazione e esperienza dei sei processi dell’hexaflex: contatto con accettazione, defusione, contatto con il momento presente, sé come contesto, azione impegnata e contatto con i valori.
  • Esercitazioni esperienziali lunga tutta la giornata

11 Ottobre ore 09-18

  • La pratica della mindfulness
  • I sei processi dell’Hexaflex nella pratica personale
  • Usare l’esperienza del clinico momento per momento come indicatore e contesto di apprendimento in seduta e fuori
  • Esercitazioni esperienziali lungo tutta la giornata

 

Il corso si terrà presso la sede di MeP – Mindfulness e Psicoterapia, Via Amilcare Ponchielli, 7, 20129 Milano MI