Mindfulness

La mindfulness è considerata dalla comunità scientifica uno degli strumenti più efficaci ed avanzati per curare molti problemi psicologici e per migliorare la risposta naturale dell’organismo anche nelle malattie fisiche.
La mindfulness è altresì uno strumento utile e facilmente spendibile  in tutti gli ambiti di relazione, da quelli familiari a quelli professionali.

Che cosa è la mindfulness? A Cosa serve?

Per rispondere a queste domande rimandiamo alla video intervista fatta a Michael Chaskalson da Pietro Spagnulo (guarda la video intervista)

La Mindfulness non è una tecnica di rilassamento ma, piuttosto, una tecnica utile per “risvegliarsi”.

La pratica della Mindfulness favorisce la possibilità di essere costantemente in relazione con se stessi e sviluppare consapevolezza su come il proprio mondo interno sia in rapporto con il mondo in cui siamo immersi momento dopo momento.

Uno degli elementi chiave della Mindfulness è l’accoglienza non giudicante di quello che c'è nel presente. Sia che si tratti di disagio, sofferenza o dispiacere sia che si tratti di elementi che troviamo piacevoli o appassionanti.

Questo potente strumento di consapevolezza e accoglienza dell’esperienza può essere messo a frutto per la propria crescita personale e, in caso di bisogno, integrata efficacemente all'interno del lavoro psicoterapico. 

In accordo e collaborazione con l’I.A.M., il CENTROMOSES:

  • organizza e cura la formazione ECM rivolta a psicologi, psicoterapeuti e medici in merito alla Mindfulness per la psicoterapia;
  • organizza percorsi di gruppo rivolti a tutte le persone che sono interessate alla mindfulness.
  • Integra l’utilizzo della Mindfulness nella psicoterapia
  • Sviluppa progetti per l’Applicazione della Mindfulness nella prevenzione delle ricadute nelle dipendenze

 

Esistono diversi protocolli di intervento basati sulla Mindfulness che si sono dimostrati efficaci nell’affrontare problematiche di stress, ansia, prevenzione delle ricadute nella depressione e nelle dipendenze o di affrontare meglio problematiche come il dolore cronico.  (Per approfondire si può fare riferimento ai seguenti protocolli: MBSR – Mindfulness Based Stress Reduction; MBCT – Mindfulness Based Cognitive Therapy; MBRP – Mindfulness Based Relapse Prevention; MB-EAT – Mindfulness Based Eating Awareness Training).

Il Centromoses ha ricevuto un finanziamento della Regione Lombardia per attuare un progetto dal titolo “Ambulatorio di Mindfulness per il trattamento delle dipendenze e la prevenzione delle ricadute” e ha sperimentando un metodo di intervento per la prevenzione delle ricadute nelle dipendenze, sia da sostanze che comportamentali.

La sperimentazione ha inteso replicare quanto studiato in altri paesi attraverso l’applicazione di un approccio alle dipendenze che ha dato prove di efficacia ovvero il Mindfulness Based Prevention Relapse (MBRP, Bowen, Chawla e Marlatt, 2010) sviluppato presso il Centro di Ricerca Addictive Behaviour dell’Università di Washington.

Il MBRP è concepito come un programma di integrazione delle prassi scientificamente fondate sulla mindfulness con i principi della terapia cognitivo-comportamentale applicati alle dipendenze.

Le pratiche di cui è composto il programma MBRP sono intese a favorire una maggiore consapevolezza dei trigger (fattori scatenanti), degli schemi abituali implicati nella dipendenza e delle reazioni automatiche che portano a mettere in atto comportamenti disfunzionali di abuso. Le pratiche di mindfulness di cui è composto il programma MBRP sono inoltre progettate per aiutare le persone a osservare l'esperienza presente e portare consapevolezza rispetto alla gamma di scelte che ciascuno può mettere in atto, aumentando di fatto la libertà dell’individuo.

Il lavoro con la mindfulness è volto quindi ad aumentare la possibilità dell’individuo a rispondere agli impulsi attraverso comportamenti “utili”, piuttosto che a reagire in modi che sono dannosi per la salute e per il benessere psicologico.

Gli obbiettivi primari della MBRP sono:

  1. Sviluppare la consapevolezza dei trigger personali e delle reazioni abituali in modo da imparare a creare una pausa in questi processi apparentemente automatici.
  2. Modificare il rapporto con il disagio, imparando a riconoscere e gestire in modo funzionale le esperienze emotive difficili.
  3. Promuovere una modalità compassionevole e non giudicante verso la propria esperienza, diminuendo il senso che di colpa che abitualmente riporta ai meccanismi abituali di consumo.

Presso il CENTROMOSES è presente una equipe di psicoterapeuti formati e specializzati per l'utilizzo della Mindfulness.

Richiedi informazioni o prenota il tuo appuntamento contattando la Segreteria del CENTROMOSES allo 0363.343286 (segreteria telefonica sempre attiva) o via mail a  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
CENTROMOSES Srl, via dei Mille 9 - Treviglio (BG) • segreteria aperta dalle 9 alle 13 • Tel.0363.343286 - segreteria@centromoses.it • P.Iva 03328390160
I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons