Gli effetti psicologici di un furto nella propria casa sono intensi, talvolta quanto quelli di chi subisce una rapina. I furti sono relativamente frequenti, quindi l’esperienza del furto è qualcosa che può capitare nella nostra vita e che può turbare la nostra routine.

Come superare le emozioni negative a seguito di un furto?

E’ importante sottolineare che le persone rispondono agli eventi traumatici in modo diverso: dipende dalla personalità individuale, dalla resilienza e dal supporto sociale.

Spesso ci vuole molto tempo per sentirsi nuovamente al sicuro nella propria abitazione. Dopo aver subito un furto si possono provare sensazioni di forte vulnerabilità, ansia, angoscia, possono presentarsi incubi notturni collegati, può capitare di controllare in modo ossessivo di aver chiuso porte e finestre per la paura dei ladri. Se queste sensazioni permangono a lungo è consigliabile rivolgersi ad un psicologo, per escludere un Disturbo Post Traumatico da Stress.

Quali sono le fasi emotive che si vivono dopo un furto?

Shock e Incredulità

Subito dopo un evento traumatico, come un furto, è estremamente comune provare sentimenti di shock e incredulità. La mente fatica a ri-organizzare l’evento traumatico. L’incapacità di elaborare quello che è successo in caso di furti è solitamente breve.

Rifiuto

Il rifiuto non significa che non si accetta che l’evento; significa che si rifiutano di accettare le proprie emozioni e le proprie preoccupazioni. Si evita di parlare dell’argomento e ci si dimostra forti all’esterno. Questo comportamento in realtà prolunga gli effetti negativi del trauma.

Tristezza

Dopo aver accettato l’evento negativo, è probabile provare un forte senso di tristezza. E’ sconvolgente sentirsi violati nella propria casa, spesso vengono rubati oggetti di valore o con un valore sentimentale insostituibile, la tristezza fa emergere il senso di perdita.

Rabbia

Una volta che si attiva il dolore della perdita, può emergere anche la rabbia. E’ normale voler incolpare qualcuno per il danno subito e desiderare giustizia. Ma la rabbia, che permette di reagire, può diventare negativa se non viene elaborata. La rabbia non cambia il passato, non elimina i ladri e non restituisce la refurtiva.

Paura

La fase della paura è normalmente la più intensa e la più difficile. I propri spazi intimi e personali sono stati invasi. La casa è normalmente il luogo sicuro, il luogo degli affetti. E’ inquietante sentirsi violati nel proprio spazio e perdere i propri oggetti. E’ frequente per le vittime di furto provare forte ansia o avere paura di rimanere soli nella casa che è stata derubata.

Cosa fare per superare l’esperienza del furto?

1. Chiedere sostegno

Il sostegno può essere trovato in modi diversi: chiedendo consigli alle forze dell’ordine, chiamando amici, familiari, vicini da casa o, nel caso in cui i sintomi siano troppo forti, uno psicologo. Non avere paura di chiedere aiuto ad altri per ricevere supporto emotivo e rassicurazioni.

2. Dare spazio alle emozioni

Non minimizzare l’evento e non farti condizionare da frasi di circostanza come: “Meno male che non eri a casa” o “Sei stato fortunato, non ti hanno distrutto i mobili”. Sei stato vittima di un’esperienza scioccante, hai diritto di provare ed esprimere sentimenti negativi. Se hai figli piccoli è importante rassicurarli e parlare con loro a lungo dell’evento, lasciarli esprimere le emozioni e le loro paure.

3. Reagire alla paura

E’ normale provare sentimenti di ansia e paura, ma non permettere che prendano il controllo della tua vita. Non subire passivamente l’evento ma attivati per sentirti più al sicuro in futuro: installa elementi di sicurezza nella casa, come allarmi o porte blindate, iscriviti ad un corso di autodifesa…

4. Prendersi cura della casa e di sé stessi

Dopo aver subito un furto è importante sistemare e pulire la casa, aggiustare eventuali danni, ripristinare l’ordine e riportarla in un stato di decoro. Talvolta il furto può diventare un’occasione per migliorare la casa e sistemare quegli spazi che rimangono per anni da definire.

5. Mantenere la routine

Cerca di tornare alla tua routine non appena possibile. Non perdere le tue abitudini e affronta le situazioni che ti creano paura, come lo stare da solo in casa la sera. Più eviti le situazioni che temi, più la paura aumenta.

Articolo a cura della dr.ssa Nicole Adami